1987

 

Asterix e Obelix partono alla volta dell'India per aiutare un fachiro indiano giunto fino al villaggio per chiedere il loro aiuto. Accompagnano il bardo Assurancetourix, capace di far piover quando canta, e quindi capace di interrompere la siccità in India ed evitare il sacrifcio della figlia del rajà. Una storia appassionante, con intrighi, caste che si combattono per il potere, un'infinità di dei e dee indù...


KISARAH è il buono e austero fachiro indiano che va a chiedere aiuto ai nostri amici Galli.

KILOSAH è un rajà indiano, funestamente influenzato dalle tradizioni del suo paese, che lo costringono a sacrificare la figlia per ingraziarsi gli Dei.

RAHASETE è la bella e dolce figlia di Kilosah costretta a morire se non piove entro mille e un'ora.

KIVALAH è un perfido guru (capo di una setta religiosa) che ha imposto il fatidico decreto delle mille e un'ora per indebolire il rajà e poi impadronirsi del potere.

GRAZIEAKÌ è un fachiro al servizio del malvagio Kivalah.

KEVEDILAH è la fedele serva di Rahasete, che sta di vedetta.

PERCARITAH è un allevatore di elefanti indani.

KARAMBOLAS è un mercante greco che incontra i nostri amici durante il viaggio verso l'India.

DECUBITUS è un legionario romano.

 

Il personaggio di Kivalah è chiaramente ispirato a Iznogoud, protagonista dell'omonimo fumetto creato da René Goscinny e Jean Tabary. Per rendere ancora più chiaro il riferimento, è lo stesso Kivalah, a p.43, a rivelare di essere cugino di Iznogoud.