Guy Lux
Presentatore televisivo francese


 

 

 

 

 

 

 

 

Sino alla sua scomparsa il 13 giugno 2003, è stato considerato in Francia un'icona della televisione, uno dei presentatori più popolari del piccolo schermo francese per una quarantina d'anni: un conduttore stimato, adorato e molto popolare con più di 40 trasmissioni radio-televisive, ideate e condotte, al suo attivo . Maurice Guy (vero nome di Guy Lux) cominciò la sua carriera come cantautore, ma fu la televisione a farlo conoscere al grande pubblico: alla fine degli anni 50 entrò alla ORTF (radio-tv francese). Subito si fece conoscere per inventiva e immaginazione, così le sue proposte, e i suoi programmi, invasero le reti in cui incontrano un notevole successo. Nel 1962, ispirandosi al nostro "Campanile Sera", ideò, produsse e condusse "Intervilles", senz'altro la sua trasmissione più popolare, un programma che vedeva alcune cittadine scontrarsi in piazza. Un programma dal successo immediato: la formula del programma riscontra degli alti indici di gradimento, presentando anche delle varianti come "Interneige" (sulla neve) e "Intercontinents" (con paesi di tutto il mondo). Una trasmissione che piacque molto persino al capo di stato Charles de Gaulle che gli chiese di idearne una versione che coinvolgesse le nazioni limitrofe : le cittadine divennero stati e nacquero così, tre anni dopo, i celebri "Jeux Sans Frontieres". Nel 1966, Guy Lux tornò al suo primo amore: la canzone. Produsse "Le palmarès des chansons" (un programma simile alla nostra "Canzonissima"), varietà tra i più longevi della Francia la cui ultima puntata risale al 1993, anno in cui diede il suo addio alla conduzione televisiva. Fu il promotore dell'arrivo in televisione dell'elezione di "Miss Francia" e il presentatore di tantissimi giochi a premi, quiz e varietà televisivi francesi come "Système 2", "Cadence 3", "La roue tourne" e "Le schmilblic", che inspirò Coluche, grande comico francese scomparso negli anni 80, una parodia che forse fu il suo sketch più bello. Accusato nel corso degli anni di fare una televisione volgare perché popolare e più volte accantonato dagli schermi da parte dei direttori di rete, Guy Lux è ricordato oggi come un grande uomo di televisione che ha saputo proporre programmi di qualità. Negli ultimi anni si era occupato di un associazione che aiutava i bambini francesi che non potevano partire in vacanza.

Guilus è in "Asterix e il regno degli Dei" il conduttore di un gioco nell'arena romana che ha come premio un appartamento nel "Regno degli Dei".