1979

 

È la prima volta che i Romani sono felici di stare vicino al villaggio di Asterix: essi tornano dalla terra dei Belgi, che, come dice Cesare, tra tutti i popoli della gallia sono i più valorosi. Questa affermazione non piace per niente ad Abraracourcix, che parte per il Belgio (naturalmente seguito da Asterix, Obelix e Idefix), con l'intenzione di conoscere quei valorosi, e dimostrare a Cesare che i più forti sono i suoi Galli. Così lancia una sfida al capo di un villaggio belga: chi distruggerà più accampamenti sarà giudicato il più valoroso. Come andrà a finire la sfida?

René Goscinny è morto durante la produzione di questa avventura. Alla sua morte, la sceneggiatura era già completa, ma non i disegni, perché lui stesso aveva chiesto a Uderzo di interromperne la produzione, per un contenzioso con l'editore Dargaud. Uderzo, a poco meno di due anni dalla morte di Goscinny riprese a lavorarvici e terminò l'albo "Asterix e i Belgi" nel 1979.

BIRRANOSTRANIX un nervio, ed a capo, insieme con Vanderscappapipix, del villaggio belga cui i nostri amici lanciano la sfida.

NICOTINA la moglie di Birranostranix, ed una validissima cuoca.

VANDERSCAPPAPIPIX, menapio, il capo del villaggio belga insieme a Birranostranix.

MALINCONIX, VANDERPIEDIPIATTIX E MADAMEBOVARIX sono abitanti del villaggio di Birranostranix.

BOTANIX un contadino belga.

AMMONIACA la moglie di Botanix, la cui specialit sono i cavolini di Bruxelles.

MANNEKEN è il piccolo figlio di Botanix e Ammoniaca e ha sempre bisogno di fare pipì, con chiara allusione al celeberrimo Manneken Pis che si trova in una strada di Bruxelles.

CLAUDIUS PIESPEDITUS un simpatico legionario della I legione, III coorte, I centuria della II compagnia.

SAINTLOISBLUES un legionario romano.

VOLFANGAMADEUS il capo del quartier generale romano in Belgio.

SOTTINTESUS un senatore romano che ha molto a cuore i coltivatori di Pisae e le loro brassiche.

 

- I due simpatici personaggi che, a p.31, annunciano l'arrivo di Giulio Cesare sono Dupont e Dupond, tratti delle avventure di Tin Tin. La loro rappresenatzione vuole essere un omaggio al disegnatore belga Hergé, padre del famosissimo Tin Tin.
- Nelle pp. 40-45 , sono ripresi, con alcune modifiche, dei versi tratti da "Le Chatiments" di Victor Hugo. La poesia, che si intitola "L'expiation", narra della sconfitta subita da Napoleone a Waterloo nel 1815. Riportiamo i versi originali di Hugo e i brani ripresi nell'albo di Asterix sia nell'edizione francese che in quella italiana.
Versi originali di V. Hugo
(vv. 74; 81-90; 103-111; 131-133)
Brani da Asterix
(in francese)
Brani da Asterix
(in italiano)

Choc sanglant ! des héros Dieu trompait l'espérance

[...]

Choc sanglant ! Des héros Toutatis trompait l'espérance.

[...]

Scontro cruento! Toutatis tradisce l'affidamento degli eroi.

[...]

Le soir tombait ; la lutte était ardente et noire.

Il avait l'offensive et presque la victoire;

Il tenait Wellington acculé sur un bois.

Sa lunette à la main, il observait parfois

Le centre du combat, point obscur où tressaille

La mêlée, effroyable et vivante broussaille,

Et parfois l'horizon, sombre comme la mer.

Soudain, joyeux, il dit : Grouchy ! - C'était Blücher.

L'espoir changea de camp, le combat changea d'âme,

La mêlée en hurlant grandit comme une flamme.

[...]

Le soir tombait ; la lutte était ardente et noire.

César avait l'offensive et presque la victoire;

Il tenait les Belges accúles sur un bois.


[...]

 

Soudain, joyeux, il dit: Volfangamadeus! - C'etait Astérix.

L'espoir changea de camp, le combat changea d'âme.

[...]

 

 

Scende la sera. La lotta è ardente e cupa.

Cesare è all'attacco e forse vincerà.

Ha messo alle strette i Belgi contro il bosco.




[...]

Ma ecco che, allegro, dice: Volfangamadeus! - Invece è Asterix .

La speranza cambia fronte, la lotta cambia aspetto.

[...]



«Allons! faites donner la garde!» cria-t-il.

Et, lanciers, grenadiers aux guêtres de coutil,

Dragons que Rome eût pris pour des légionnaires,

Cuirassiers, canonniers qui traînaient des tonnerres,

Portant le noir colback ou le casque
poli,

Tous, ceux de Friedland et ceux de Rivoli,

Comprenant qu'ils allaient mourir dans cette fête,

Saluèrent leur dieu, debout dans la tempête.

Leur bouche , d'un seul cri, dit : vive l'empereur !

[...]

«Allons ! faites donner la garde!»

Et, triarii, principes aux caligae de cuir,

Hastati dont Rome faisait des legionnaires,

Velites, sagittarii qui trainaient leur criniere,

Portant des clipeus et jambières de métal,

Tous ceux d'Alesia et ceux de Pharsale...

Comprenant qu'ils allaient drôlement déguster,

[...]

Leur bouche, d'un seul cri, dit: c'est pas un peu fini? Arretez!!!

 

 

«Su! Fate invertire il corpo di guardia!»

Così triarii, principi dalle calighe di cuoio,

Astati , che Roma elegge legionari,

Veliti, arcieri che trascinano la propria criniera

E portano clipei e schiniere di metallo,

Tutti quelli di Alesia e di Farsalo...

Intuendo che stanno per buscarne tante,




Gridano a gran voce: non è ancora finita? Basta!!! Fermatevi!!!

 

La Déroute apparut an soldat qui
s'émeut,

Et, se tordant les bras, cria : Sauve
qui peut !

Sauve qui peut ! - affront ! horreur ! -
toutes les bouches criaient.

La Déroute apparut au légionnaire qui s'émeut,

Et, se tordant les bras, cria : Sauve qui peut!

Sauve qui peut ! Sauve qui peut !

La sconfitta apparve evidente al legionario, che entra in agitazione,

E, incrociando le braccia, grida: Si salvi chi può!

Si salvi chi può!

- Al termine dell'avventura, viene mostrato il dipinto della festicciola per la vittoria contro i Romani, svoltasi nel villaggio belga.
Uderzo, nel farlo si è chiaramente ispirato al dipinto di Pieter Bruegel, pittore fiammingo e quindi originario della regione antucamente abitata dai Galli Belgi.
Pieter Bruegel
Peasant wedding
(Matrimonio contadino)
1568 c.
Olio su tela
114 x 164 cm

Kunsthistorisches Museum, Vienna
Albert Uderzo
La festicciola belga
1979
Stampa su carta
24,5 x 17 cm
Asterix e i Belgi, le migliori librerie